L’Intestino umano rappresenta la più estesa interfaccia del nostro organismo verso l’ambiente esterno. Più di 250 mq sono la superficie di scambio dell’organo con l’esterno. Se da una parte la funzione dell’intestino è l’assorbimento dei nutrienti dall’altra è fondamentale il suo ruolo nella modulazione immunitaria.
L’infiammazione intestinale cronica può determinare delle alterazioni nella struttura degli enterociti portando alla rottura delle giunzioni intercellulari. E’ stato coniato un termine particolare: “intestino a colabrodo” cioè un intestino che perde le caratteristiche di assorbimento selettivo dei nutrienti. Molecole o residui alimentari che normalmente il nostro sistema immunitario processerebbe senza problemi diventano dei potenti stimoli pro infiammatori. Le pubblicazioni scientifiche in merito ormai sono decine: non esistono apparati che non vengano influenzati da questa condizione immunitaria: tra le condizioni più frequenti troviamo: dermatiti, allergie , artrosi, asma, patologie reumatologiche ed autoimmuni.
Il tets Gutscan Plus misurando il parametro della zonulina permette una quantificazione attendibile della permeabilità dell’intestino.